Juve-Roma, le pagelle. Giallorossi poco incisivi in avanti, determinante Olsen

PAGELLE

Una Roma vogliosa e compatta tiene testa in piena emergenza a una Juventus superiore sotto molti punti di vista, su tutti quello della consapevolezza di sé. Dopo un avvio sofferto i giallorossi nella ripresa provano a mettere sotto pressione la squadra di Allegri, che per larghi tratti è costretta a giocare di rimessa. Se l’impegno degli uomini di Eusebio Di Francesco sarà questo anche nelle prossime gare, allora la risalita è possibile. 

OLSEN 7: Determinante nel primo tempo su Alex Sandro prima e poi su Ronaldo. Tiene a galla la Roma quando al 58’ Ronaldo incorna a botta sicura e subito dopo sugli sviluppi del calcio d’angolo.

SANTON 5,5: Non salta sul cross di De Sciglio e permette a Mandzukic di trovare il gol dell’1-0. Peccato perché fino a quel momento non aveva affatto sfigurato. 

MANOLAS 6,5: Difende e guida i suoi contro clienti difficilissimi anche se poco supportato da Fazio. 

FAZIO 5: Passaggi sbagliati e lentezza pachidermica sono ormai un marchio di fabbrica. Ronaldo lo sa e lo salta come un birillo nell’occasione del 2-0 poi annullato dal Var. Questo è Fazio in questa stagione. E il soprannome? Lasciamo stare. 

KOLAROV 5,5: Un paio di chiusure in difesa, in avanti si vede solo nel secondo tempo, purtroppo senza efficacia. 

CRISTANTE 6: Pochi onori e molti oneri stasera. Il soldato Brian prova a salvarsi da sé e per poco non beffa Szczesny di testa. 

NZONZI 5: Compassato, lento e macchinoso. Avrebbe bisogno di un cambio o di un regista a cui dare la palla. Monchi è avvisato, il “polpo” non basta. Dall’80’ DZEKO SV: Torna dopo un mese, per fortuna. 

ÜNDER 5: Scelte poco fortunate e occasioni non sfruttate. Il pallone messo al centro al 29’ da Florenzi meritava maggior fede. Ünder invece non crede al liscio di Alex Sandro e lascia sfilare sul fondo la palla. Dal 71’ PEROTTI SV: prova qualche dribbling e la Roma inizia a spingere. Il numero 8 è decisamente mancato.

ZANIOLO 6,5: Pressa e recupera palloni a non finire, mettendo in crisi la difesa Juventina più di una volta. La sua applicazione unita alla qualità lo rende una pedina imprescindibile. 

FLORENZI 4,5: Non fa praticamente nulla e quando prova a far qualcosa fa esattamente il contrario di ciò che si dovrebbe fare. Esce dopo 45’ e anche la fascia da capitano si trova più a suo agio sul forte braccio di Manolas. Dal 45’ KLUIVERT 4,5: Non incide e non fa una cosa degna di nota. I predestinati dovrebbero avere un altro impatto. Testa bassa e lavoro, perché per ora questo giovane talento non è né fumo, né arrosto. 

SCHICK 5: Inizia timidamente sbagliando controlli e non riuscendo a far salire la squadra.  Al 20’ assistiamo al suo primo tiro in porta in 6 partite, peccato non si accorga dell’accorrente Zaniolo, posizionato meglio di lui e completamente libero. Se partirà non sarà uno shock. Evanescente. 

DI FRANCESCO 6: Prepara una Roma compatta e in effetti questa squadra sfodera una prova molto più dignitosa rispetto, alle ultime uscite. Peccato per l’inconsistenza dell’attacco, perché un pari sarebbe stato meritato.

Giorgio De Angelis