[FOTO e VIDEO] - Roma-Viktoria Plzeň 5-0. Dzeko graffia tre volte, giallorossi sulle 'ali' dell'entusiasmo

CHAMPIONS LEAGUE

"Dammi tre punti, non chiedermi niente" questa sera non è soltanto un coro storico del tifo più caldo della Curva Sud, ma la speranza di tutti coloro che guardano Roma-Viktoria Plzeň, match valido per la 2^ giornata del Gruppo G della Uefa Champions League 2018/19. I giallorossi scendono in campo per la terza volta in una settimana allo stadio Olimpico, questo volta nell'Europa che conta, alla ricerca di quella continuità al momento soltanto abbozzata contro Frosinone e Lazio. La sconfitta del Santiago Bernabeu contro il Real Madrid pone Di Francesco e il gruppo nelle condizioni di dover già centrare i tre punti per non complicare un girone giudicato più che abbordabile nel momento del sorteggio di Montecarlo. Allo stesso modo, dopo il pari casalingo per 2-2 contro la quarta formazione del raggruppamento, il Cska Mosca, i cechi cercano l'exploit per elevarsi a mina vagante, sovvertendo ogni pronostico. Fischio d'inizio alle ore 21, diretta televisiva affidata a Sky, oltre 40mila persone nell'impianto capitolino, l'inno della Champions nelle orecchie: caccia alla sesta vittoria casalinga cosecutiva nella competizione, dopo il positivo ruolino di marcia della scorsa annata tra le mura amiche (zero sconfitte, appena dure reti al passivo).

Cronaca testuale
Luca Loghi

LE FORMAZIONI UFFICIALI

ROMA (4-2-3-1): 1 Olsen; 24 Florenzi, 20 Fazio, 5 Jesus, 11 Kolarov (74' Lu.Pellegrini); 4 Cristante, 42 Nzonzi; 17 Under (74' Schick), 7 Lo.Pellegrini (74' Zaniolo), 34 Kluivert; 9 Dzeko.
A disp.: 83 Mirante, 3 Lu.Pellegrini, 15 Marcano, 18 Santon, 22 Zaniolo, 92 El Shaarawy, 14 Schick.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.

Indisponibili: 44 Manolas, 8 Perotti (problema al flessore) 16 De Rossi (infiammazione al ginocchio) 27 Pastore (problema al polpaccio)
Squalificati: –
Diffidati: –

VIKTORIA PLZEN (4-2-3-1): 1 Kozacik, 14 Reznik, 2 Hejda, 4 Hubnik, 8 Limbersky; 6 Prochazka, 17 Hrosovsky; 9 Zeman (71' Ekpai), 7 Horava (64' Kolar), 19 Kovaric; 15 Krmencik (78' Reznicek).
A disp.: 16 Hruska, 44 Pernica, 24 Havel, 11 Petrzela.
Allenatore: Pavel Vrba.

Indisponibili: Colar.
Squalificati: –
Diffidati: –

Arbitro: Pawel Raczkowski (POL);
Assistenti arbitrali: Michal Obukowicz (POL), Tomasz Listkiewicz (POL);
Assistenti addizionali: Tomasz Musial (POL), Tomasz Kwiatkowski (POL);
Quarto uomo: Radoslaw Siejka (POL).

Marcatori: 3' Dzeko (R), 40' Dzeko (R), 64' Under (R), 73' Kluivert (R).
Ammonizioni: Hejda (V), Schick (R).

LA CRONACA DEL MATCH

92' - TRIPLETTA DZEKO! Di testa, da calcio d'angolo, colpisce con forza nell'angolo basso alla destra del portiere. Con questa rete termina il match dell'Olimpico. Dedica finale del bosniaco a Calafiori, sfortunato ragazzo della Primavera che nel pomeriggio ha accusato un brutto infortunio nel match di Youth League proprio contro il Viktoria Plzen.

90' - Iniziano i 2 minuti di recupero concessi dall'esordiente arbitro polacco.

84' - Annullato un gol a Fazio, che aveva corretto in porta di testa una puzione di Florenzi dalla trequarti. Fuorigioco millimetrico per il difensore argentino, che dai replay sembra partire in linea con il rispettivo marcatore.

73' - KLUIVERT! Si sblocca anche lui all'esordio in Champions! Tap-in vincente dell'olandese sull'ennesima conclusione di Under, perfettamente cercato e trovato da Lorenzo Pellegrini in profondità.

70' - Ancora Dzeko vicino alla rete! Dopo un'azione insistita della Roma, Kluivert trova l'imbucata per il bosniaco che questa volta però calcia sul portiere col destro.

64' - LA CHIUDE UNDER! Bella manovra della Roma, con Kolarov che porta palla fino nella metà campo ceca, appoggia per Dzeko che la lascia lì per l'inserimento di Pellegrini: preciso il filtrante per Under, che dall'altro lato del campo chiude l'azione con un tocco delicato a scavalcare il portiere.

58' - Cresce la Roma. Ancora Under a liberarsi sulla destra, autentica spiana nel fianco della difesa ceca, imbeccato da Pellegrini: il turco sbaglia di poco l'appoggio centrale per Dzeko che tutto solo avrebbe potuto giocare un facile tap-in.

50' - Buon avvio di secondo tempo del Plzeň, che chiude i giallorossi nella propria metà campo. Nessuna occasione degna di nota, ma sale la pressione della squadra ceca.

46' - Inizia il secondo tempo, nessun cambio nelle due squadre.

45' - Termina così il primo tempo all'Olimpico, senza recupero. Con la doppietta di oggi, sono 7 le reti di Dzeko nelle ultime 7 partite di Champions.

44' - Palla perfetta in profondità di Pellegrini per Florenzi che taglia alle spalle della difesa, Kozacik cancella il gol per il capitano giallorosso con una gran parata in uscita. Roma vicina al 3-0.

40' - ANCORA DZEKO! RADDOPPIO ROMA! Freddezza dell'attaccante bosniaco, che sullo svarione dei cechi stoppa in area un cross dalla trequarti di Under, per lasciar partire una bordata di destro che non lascia scampo al portiere in uscita.

29' - Traversa clamorosa di Under! Il turco riceve l'ennesimo cambio di gioco di Kolarov, si accentra e dopo un paio di finte scarica un sinistro potentissimo che centra il legno con il portiere avversario immobile a guardare.

20' - Plzeň vicino al pareggio! Cross di Horava dalla sinistra, Reznik arriva a colpire di testa da solo in area di rigore non trovando la porta.

14' - Ancora occasione per Dzeko! Il tiro di destro da posizione molto defilata è facile preda del portiere del Plzeň, ma ancora una buona trama per i giallorossi che liberano in profondità nell'area di rigore il proprio bomber.

12' - Prima occasione per il Plzeň, che verticalizza sulla sinistra: il cross arretrato per Krmencik è buono, ma l'attaccante spara alto sulla porta difesa da Olsen.

10' - Controlla il palleggio la Roma, che intanto è evidentemente schierata con Lorenzo Pellegrini posizionato più avanti rispetto Cristante e Nzonzi in un 4-2-3-1 molto dinamico. Serie di calci d'angolo in questi primi minuti per i giallorossi che però non portano ad occasioni concrete.

6' - Cambio di gioco pazzesco di 60 metri di Kolarov che pesca Under quasi sulla linea di fondo sulla destra: il turco cerca al centro Dzeko, anticipato di poco.

3' - SUBITO DZEKO! ROMA IN VANTAGGIO! Incomprensione difensiva dei cechi, su un pallone filtrante di Kolarov, Dzeko può infilarsi in area di rigore dal vertice sinistro di quest'ultima e col mancino trova l'angolino sul secondo palo.

0' - Inizia il match all'Olimpico. Roma in completo rosso che in questo primo tempo attacca da Curva Nord a Curva Sud. Per Manolas, come riferisce Sky, principio di sindrome influenzale: per lui tribuna, in campo Juan.

IL PRE PARTITA

2.35 - Subito dopo, è il ds Monchi a rispondere alle domande dei cronisti: "Quello di Kolarov è un bel messaggio, lui ha tanta forza nello spogliatoio e quindi è un messaggio per tutti. E’ un segno importante per capire dove dobbiamo arrivare. A volte parliamo di problemi fisici, ma è importante anche l’atteggiamento e la personalità. La testa? Quello è farsi trovare sempre pronto. Dimentichiamo però che il calciatore è una persona. Non è stato difficile gestire Kluivert. Abbiamo un esempio importante per due motivi: Under ha avuto un percorso simile e lui è un ragazzo per bene. Una cosa è il campionato olandese ed un conto è la Roma. E’ il secondo olandese più giovane ad esordire in Champions. Sappiamo che diventerà importante, ma bisogna farlo piano piano. Cos’è cambiato nella gestione di Di Francesco? Io credo che tutti abbiamo dovuto fare una riflessione e cambiare qualcosa. Il mister ha gestito benissimo un momento difficile, ma la parola chiave è stata “unità”. Manca un po’, ma siamo insieme".

20.30 - A mezzora dall'inizio del match, è Fazio a presentarsi davanti ai microfoni di Sky e Roma Tv per presentare il match: "Rischio di euforia derby? Non saremo rilassati, dobbiamo abituarci a vincere e continuare la crescita. E’ una partita importante, da vincere. È molto importante vincere, dobbiamo prendere i 3 punti e dare continuità. Krmencik? Sì, conosciamo gli avversari ma è importante fare il nostro gioco restando concentrati e ordinati. La sfida va affrontata con cattiveria e concentrazione. Abbiamo rispetto per tutte le squadre, ma oggi dobbiamo pensare a fare il nostro gioco e vincere. Siamo in crescita, in tutti gli aspetti, a poco a poco. Per questo sarebbe importante confermare quanto fatto oggi con una vittoria. I tre punti sono fondamentali. La cosa importante è vincere, chi segna non è importante, si vince tutti insieme".