[VIDEO] - Roma-Avellino, Di Francesco: "Campo indecente, nessuno si è fatto male"

ALLENAMENTI

La Roma subisce il pareggio dell'Avellino all'ultimo minuto e chiude 1-1 la seconda amichevole estiva. Di Francesco subito dopo il termine della partita è sceso in conferenza stampa:

 

La prova la ha convinta? O c’è qualcosa che non andava?
Il campo indecente, non si può giocare a calcio così. L’importante è che non si sia fatto male nessuno”.

 

Avevate qualche sentore di questa cosa?
Se l’avessi saputo… ma non ce l’ho avuto. Sulla partita non ho valutato niente, non possiamo giocarci. I campi di lavoro erano evidenti, i miei giocatori pensavano di più a non farsi male. Mi dispiace perché pensavo di trovare un contorno migliore. Tutto molto bello esternamente, meno bello sul campo che è la cosa che interessa di più. Faccio i complimenti all’Avellino, giocare dopo aver saputo determinate cose è difficile”.

Schick dimostra di star meglio…
Ci sono giocatori che arrivano prima in condizione e chi dopo, si presentato bene perché si è allenato prima ma ora mi interessa in maniera relativa, non voglio dare giudizi frettolosi su chi è bravo e chi meno bravo. A me interessa vedere un concetto di squadra, poi gli infortuni di ieri hanno spostato un po’ le mie idee, ho adattato un sistema di gioco strano per far giocare tutti. In un contesto che vi assicuro non mi è piaciuto per niente, ma non posso neanche colpevolizzare i calciatori.”.

Come ha visto l’interazione tra Kluivert e Karsdorp?
Bene, Kluivert è arrivato da poco e deve assimilare ancora i movimenti ma ha la capacità di attaccare la profondità, dove ha grandi qualità. Poteva essere più lucido nell’uno contro uno ma nell’insieme generale hanno fatto una buona prova”.

Malcom ed Olsen?
“Di giocatori che non ho nella mia squadra non ne parlo. Di mercato ne parla tantissimo Monchi, se ne occupa in prima persona. Alisson? Un saluto, speriamo di rincontrarlo e di batterlo in Champions League, gliel’ho detto anche oggi quando è venuto a salutarci”.

A Latina avevi fatto i complimenti alla difesa. Oggi hai visto qualcosa in meno?
“Una partita differente dove gli avversari giocavano palla lunga per andare sulla seconda palla. Ci siamo un po’ persi, abbiamo sbagliato un po’ troppo, il campo non permetteva di mettere in mostra le idee della Roma. Il reparto che si è mosso sempre meglio per me è quello difensivo
”.