Il piano Kluivert

RASSEGNA STAMPA

IL MESSAGGERO (E.Trotta) – Una Roma più giovane e motivata, con l’inclinazione al gol. Il piano Monchi prende forma a ritmi spediti: il ds giallorosso vuole consegnare a Di Francesco molti degli innesti prima del ritiro della squadra. Annunciati Coric e il difensore Marcano (ieri ufficiale, ha firmato 3 anni di contratto), le priorità si confermano Cristante e Kluivert Jr, senza tuttavia trascurare Ziyech e Berardi. Il centrocampista offensivo dell’Atalanta è segnalato sempre molto vicino. Si respira ottimismo in merito alla buona riuscita dell’affare, grazie al doppio accordo di massima raggiunto, nei giorni scorsi, per il cartellino (25 milioni più bonus, spalmabili su più anni) e per l’ingaggio del calciatore della Nazionale (1,3 milioni più i premi). Il nodo dell’operazione è però ancora la contropartita tecnica. Il club nerazzurro insiste per Defrel, ma oltre alla distanza sull’ingaggio (il francese guadagna circa 2 milioni) i bergamaschi dovranno fronteggiare la concorrenza di Samp, Torino, Watford e West Ham. Così, nella trattativa potrebbe essere inserito uno tra Gerson, Tumminello e Capradossi. La Juve vigila, pronta ad inserirsi in caso di naufragio dell’operazione.

L’AGENTE – È affidata invece a Mino Raiola, agente di Kluivert Jr, la mediazione per portare nella capitale il talento olandese in scadenza nel 2019. Ottenuto il sì dell’attaccante classe ’99, Monchi punta a dilazionare il pagamento di circa 20-25 milioni, a fronte di una valutazione di 30-35 milioni. I margini ci sono, la chiacchierata tra il procuratore italo-olandese e il ds spagnolo a Montecarlo è risultata proficua tanto che il rapporto tra le parti è stato consolidato. Secondo alcune indiscrezioni sarebbe stato proposto, senza successo, Donnarumma.

NUOVO CR7 – Kluivert è la perfetta ala moderna inseguita da Di Francesco. Non assomiglia al padre Patrick: visione di gioco, ottimo controllo di palla, accelerazioni e tecnica sopraffina compongono il suo biglietto da visita, impreziosito dagli 11 gol stagionali. Dall’Ajax Monchi vorrebbe prelevare anche Ziyech, il perfetto jolly offensivo: mezzala, esterno d’attacco e all’occorrenza trequartista. Non a caso, il suo entourage conserva un canale diretto con la Roma dai tempi di Sabatini, senza però interrompere i contatti con il Liverpool e le altre società della Premier. Per lui, gli olandesi chiedono almeno 30 milioni.

INTRIGO PORTIERE – La Roma segue poi con grande attenzione il prossimo giro dei portieri. Tre le società alla ricerca di un nuovo numero 1 e interessate ad Alisson: Chelsea, Liverpool e Real. Le merengues (sulle tracce anche di De Gea) in particolare potrebbero tentare il brasiliano con un’offerta molto ricca, approfittando dell’addio di Zidane, primo sponsor di Navas. Monchi lavora quindi su due binari paralleli: cerca un secondo, ma ragiona anche su un possibile titolare tra i pali, fermo restando che per il portiere giallorosso verranno considerate solo offerte sui 90 milioni. Ecco perché la lista degli acquisti è lunga e con profili diversi da Meret a Sportiello passando per Leno (più vicino al Napoli). In uscita, si segnalano offerte dalla Premier (Chelsea) e Spagna per El Shaarawy. La Primavera è stata eliminata dalla Juventus (0-1) al tre Fontane: addio scudetto.