Aldair a Retesport: "Il ritorno in Italia di Ancelotti è significativo. Alisson? La Roma dovrà fare di tutto per tenerlo"

ESCLUSIVE

Ai microfoni di Rete Sport 104.2 è tornato a parlare Aldair Nascimento do Santos. Ospite della trasmissione "La mattina di Rete Sport", lo storico difensore brasiliano ha parlato di Roma e non solo: "Di Francesco è uno tosto. Rispetto al percorso che ha fatto il Napoli è normale che serva ancora del tempo. Sono fiducioso perchè Eusebio è un grande lavoratore e infatti ha raccolto i suoi frutti già a partire da questa stagione".

Ancelotti al Napoli?

"Il suo ritorno in Italia è significativo. Carlo è un grande tecnico, ma credo abbia chiesto delle garanzie imp0rtanti sul mercato a De Laurentiis" .

Alisson  ti aspettavi questo rendimento? 

"Sì, ne parlai con Taffarel prima che arrivasse alla Roma per questo ero certo delle sue qualità. E' riuscito ad accettare la panchina e quest'anno si è rivelato decisivo per la Roma. Il club deve fare di tutto per tenerlo".

Gerson? 

"L'ho visto meglio rispetto alla scorsa stagione. Si è perso alla fine del campionato, forse il modulo di gioco lo condiziona. Continuiamo ad aspettarlo".

Talisca? 

"Lo conosco tramite la sua esperienza al Benfica. A me sembra più una prima punta e non un trequartista. Averlo in rosa sarebbe bello perchè un attaccante molto forte" .

Schick? 

"Ha sicuramente avuto molte difficoltà, non è riuscito a rimanere al passo degli altri. Ora la Roma deve puntare su questo ragazzo soprattuto perchè è stato pagato molto".

Il Brasile? 

"Grande squadra, vediamo ora se riuscirà a recuperare Neymar. Non sarà facile vincere il Mondiale ma sicuramente fa parte delle favorite insieme a Spagna e Francia per la conquista della Coppa del Mondo".

Totti? 

"Parlo spesso con Francesco. Sta facendo cose diverse che non aveva mai fatto e perciò diamogli il tempo per imparare. A lui piacerebbe fare di più e se la società gli lascerà più libertà di operare sono sicuro che saprà fare bene il suo lavoro" .