Stadio della Roma, al via l'analisi dei terreni. Ma scatta la protesta dei ciclisti

NEWS

Prosegue l'iter che porterà alla costruzione del nuovo impianto giallorosso. Cominceranno presto i carotaggi per l'analisi dei terreni destinati a ospitare lo stadio della Roma a Tor di Valle. La Euronova Spa, società incaricata di portare avanti i lavori, ha chiesto e ottenuto l'autorizzazione a occupare il suolo pubblico sulla pista ciclabile Tor di Valle dove transiteranno i mezzi del cantiere. Per questo, un tratto di oltre un chilometro e mezzo della pista (da via dell'Equitazione per circa 1.600 metri in direzione via del Cappellaccio) sarà chiuso al traffico per quasi un mese, da oggi, 16 aprile, fino al 28 maggio. Protestano le associazioni di ciclisti. "Si preannuncia oltre un mese per di chiusura, ma le indagini le devono fare sull'Argine? - si chiede Fausto Bonafaccia, dell'associazio Biciroma - Crediamo di no, chiediamo quindi che la pista resti transitabile e mezzi a supporto delle indagini da fare sui terreni limitrofi non ci impediscano di fruire di questo bene pubblico".