Codacons: «Stadio Roma, atti illegittimi»

RASSEGNA STAMPA

LEGGO - Il Codacons ha depositato al Tar del Lazio l'annunciato ricorso contro il nuovo Stadio della Roma che sorgerà a Tor di Valle, impugnando, spiega in una nota, «tutti gli atti amministrativi relativi alla realizzazione dell'opera, chiedendone l'annullamento alla luce sia di evidenti profili di illegittimità, sia dei costi a carico della collettività legati ad infrastrutture accessorie allo Stadio che saranno interamente finanziate dai cittadini». Nel ricorso, in particolare, il Codacons, sottolinea che la determinazione del 22 dicembre 2017, e le successive note, «sono assolutamente illegittime poiché assunte dall'Amministrazione regionale in aperta violazione delle norme in materia di conferenza di servizi» e delle disposizioni della «Legge sugli stadi».