Roma ai quarti di Champions! Il gol di Dzeko elimina lo Shakhtar

CHAMPIONS LEAGUE

"Un bel giorno ti accorgi che esisti. Che sei parte del mondo anche tu" cantava Ivana Spagna nel '95. Siamo nel 2018 e a all'Olimpico di Roma si concretizza il sogno quarti di finale di Champions League per la Roma di Eusebio Di Francesco. I capitolini battono lo Shakhtar rimontando il 2-1 dell'andata grazie al sigillo del bomber Dzeko nella ripresa.

La Roma parte bene nel primo tempo creando subito una buona occasione con Dzeko. la squadra di Di Francesco fa la gara mentre lo Shakhtar, al contrario di quanto detto alla vigilia, si difende e crea qualche spauracchio in contropiede. La prima frazione termina senza reti mentre la squadra giallorossa si ricarica in vista di quello che sarà un glorioso secondo tempo. Al 53' infatti la gara si sblocca. Kolarov appoggia per Strootman che di prima intensione prolunga col mancino un filtrante per Dzeko, la posizione del bosniaco è regolare con l'attaccante che beffa Pyatov con l'esterno destro. Olimpico in festa e Roma che può può finalmente tornare al comando della gara. Al 65' Di Francesco inserisce Gerson al posto di un clauticante Under per tamponare le manovre offensive degli ucraini e il brasiliano rispetta le indicazioni del suo tecnico. Al 79' la formazione di Fonseca rimane in dicei per l'espulsione di Ordents che ferma Dzeko da ultimo uomo. Nel finale dentro anche El Shaarawy al posto dell'uomo partita Dzeko stremato dai crampi. La paura finale si trasferma in gioia quando Mallenco fischia la la fine della gara accompagnata dal boato dello Stadio Olimpico. Roma insapettatamente ai quarti di finale di Champions League e tra le prime otto squadre d'Europa dopo 10 anni di astinenza.

ROMA-SHAKHTAR DONETSK 1-0 (52' Dzeko)

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi (c), Strootman; Ünder (64' Gerson), Dzeko (88' El Shaarawy), Perotti.
A disp.: Skorupski, Jesus, Peres, Pellegrini, Schick.
All. Eusebio Di Francesco

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Pyatov; Butko, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Fred, Stepanenko (73' Patrick); Marlos (81' Dentinho), Taison (c), Bernard; Ferreyra.
A disp.: Kudryk, Khocholava, Petriak, Zubkov, Kovalenko.
All. Paulo Fonseca

Note: 47.693 paganti (2.694.212 euro di incasso)

Arbitro: Alberto Undiano Mallenco (ESP)
Assistenti: Roberto Alonso (ESP) - Juan Yuste (ESP)
Quarto Ufficiale: Raúl Cabanero (ESP)
Arbitri Addizionali d'Area:  Juan Martinez Munuera (ESP) - José María Sanchez Martinez (ESP)