Risentimento muscolare per Defrel. L’attaccante si ferma per la quarta volta in stagione

STADIO

"Defrel ha qualche problemino da smaltire, speriamo di recuperarlo per la partita contro lo Shakhtar". La speranza è tutta di Eusebio Di Francesco - pronunciatosi oggi in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Torino - ma anche dei tanti tifosi giallorossi, che di Gregoire - pur essendo a marzo - hanno visto poco e niente.

Trasferitosi in prestito dal Sassuolo alla Roma per 5 milioni con obbligo di riscatto a 15 più 3 di bonus, l'attaccante trova da subito spazio nelle rotazioni del mister (136' giocati nelle prime due di campionato) prima di imbattersi in una serie di infortuni fatale per la sua continuità di rendimento. Da settembre a oggi il francese raccoglie solo 282' in Serie A, per un ammontare totale di tre partite piene giocate.

Il primo stop: salta Milan e Napoli per infortunio al bicipite femorale, restando fuori dal gruppo per due settimane. Il secondo a fine ottobre: salta il Chelsea in casa. Il terzo: contusione al ginocchio che lo relega ai margini della squadra per quasi due mesi, escludendolo da sette incontri. Il quarto, quello attuale: risentimento muscolare, salta il Torino. Nessuna ricaduta per Defrel, assicurano. Ma una difficoltà a incidere nel lungo periodo che alla lunga potrebbe definirsi preoccupante.

R.C.