Di Francesco: "Bene nella ripresa, infastidito dai gol presi"

NEWS

Di Francesco a Premium Sport dopo Roma-Benevento: 

"Siamo partiti ad handicap, abbiamo trovato una squadra sbarazzina e stavamo in ritardo sulle uscite e sulle aggressioni. La squadra, come sempre, ha creato tanto ma mi infastidiscono i due gol presi. Questo deve essere un punto di partenza, l'aver trovato il gol è stato importante per Dzeko e Defrel. I compagni hanno voluto fortemente battesse lui il rigore. Questo fa capire l'atteggiamento di Defrel nei confronti della squadra. Dzeko aveva cercato tanto il gol anche nel primo tempo. Vive per il gol. Ha grandi mezzi e si fa condizionare a volte psicologicamente quando non segna. Ünder? sono contento. A volte ci sono le giocate individuali e anche di squadra. Oggi è stato bravo lui, in un momento mentale ottimale, a concretizzare al meglio tutto quello che gli è capitato tra i piedi. Se qualcuno deve chiedere scusa a Monchi? Ma no, qui un giorno siamo bravi, altri giorni no. Allora dovrebbero chiedere scusa anche a me. Lui veniva da un altro paese, bisognava avere pazienza. Qui si butta tutto giù con grande facilità, prima si diceva non potesse giocare nemmeno in Primavera, oggi è bravissimo. La verità sta nel mezzo, magari. Non mi è piaciuta la lentezza della manovra, nel primo tempo, giocando con qualche tocco in più. Nel secondo abbiamo verticalizzato e abbiamo occupato meglio gli spazi. Se Ünder potrà diventare un leader? Ci si può diventare ma deve continuare ad allenarsi in un certo modo, come in queste settimane. Fa anche degli allenamenti supplementari. Mi interessa sia leader dentro al campo più che fuori. Mi servono giocatori che si prendano delle responsabilità".