Roma-Sampdoria, Totti e il suo ultimo gol all'Olimpico in Serie A

STADIO

Roma-Sampdoria. La partita della speranza per risollevarsi in una stagione dell'ennesimo saliscendi giallorosso. Roma Sampdoria, l'illusione di vedere ancora Edin Dzeko in campo per restare giallorosso. Roma Sampdoria, solo un paio di temporali fa, è una delle infinite immagini di Francesco Totti sopra il prato dell'Olimpico, dentro gli occhi ancora affamati delle sue magie di tutti i presenti. Mentre si scaldava in mezzo al diluvio, nel settembre del 2016, probabilmente non sapeva che sarebbe stato ancora una volta decisivo con uno splendido assist per il 2-2 di Dzeko ed il timbro del 3-2 su calcio di rigore. Di certo non poteva immaginare che quel gol  avrebbe rappresentato l'ultimo acuto in Serie A dentro il suo stadio. Era l'undici settembre 2016, la Roma sarebbe arrivata seconda alla fine di quel campionato, salutando il suo capitano proprio in quello stadio contro la rivale storica della Sampdoria: 28 maggio, Roma-Genoa, 3-2. Non è passato nemmeno un anno e mezzo da allora, i blucerchiati tornano a Roma trovando una squadra diversa, in una situazione di classifica e di mercato molto differenti da allora. Sembra ieri ma è passato un secolo calcistico. Lui, Francesco Totti, osserverà la partita dalla tribuna, anche se avrebbe voluto tenere gli scarpini ai piedi per un altro anno. Chissà se la Roma di oggi basterà a se stessa per ottenere i tanto agongati tre punti, o se qualcuno, sovrappensiero, si volterà verso la panchina pensando di poter vedere ancora una volta i propri sogni correre sul prato, pronti a trasformarsi in magia sul campo. 

Gianluigi d'Orsi - Fagnano