Sampdoria-Roma 1-1, le pagelle

SERIE A TIM

ALISSON 6,5: Toglie a Caprari il gusto del terzo gol in carriera alla Roma, prima volando sotto l’incrocio dei pali, poi respingendo il destro da distanza ravvicinata. Anche stasera, l’ultimo dei responsabili

FLORENZI 6,5: Chilometri di corsa, un grappolo di conclusioni sfortunate, l’intervento riparatore in pieno recupero. Al netto di qualche sbavatura, l’ennesima prestazione di qualità e sacrificio, purtroppo condita dalla sfortuna. 

MANOLAS 6,5: Per oltre un’ora fa tutto benissimo, sbarrando la strada a chiunque passi dalle sue parti e provando addirittura a confezionare il gol del vantaggio (colpo di testa a due passi da Viviano). Poi, però, accusa il peso di una condizione ancora troppo approssimativa e lascia a Caprari e Zapata il gusto di girargli intorno un po’ troppo facilmente

FAZIO 6: Rispetto alla notte di San Siro appare più ordinato, ma sa fare di meglio

KOLAROV 5,5: Scoordinato per la prima volta in stagione, causa il rigore del vantaggio blucerchiato.

PELLEGRINI 6: Dinamico, aggressivo, anche se ancora un po’ troppo impreciso. Sforna uno degli assist più deliziosi della serata (anche se Nainggolan deve assistere al prodigioso intervento di piede di Viviano) e un paio di conclusioni velenose (una al 20’, l’altra al 65’), ma fa mestamente rientro in panchina a dieci minuti dal termine. 

DALL’80’ GERSON SV: Fa quel che può

STROOTMAN 6: Difende e attacca, dà e prende botte. Subisce il fallo che Orsato ignora, dando il là alla ripartenza che genera il vantaggio sampdoriano. Allo scadere rischia di consegnare agli avversari il pallone del 2-1, ma Florenzi lo soccorre appena in tempo. 

NAINGGOLAN 6: Corre, dribbla, ma mostra meno qualità del solito, specie quando c’è da crossare

DEFREL 5: Riappare sulla fascia dopo due mesi di letargo, ma quando Dzeko (al 41’) lo mette in condizioni di tirare verso la porta di Viviano appare ancora piuttosto addormentato

DAL 63’ SCHICK 6: Proprio nel giorno del suo 22.mo compleanno torna nella cameretta dove si era divertito tanto (Marassi) e riprende a giocare alla sua maniera. Purtroppo però non trova la torta e non riesce a far festa. 

DZEKO 6,5: Dopo una settimana trascorsa a fare e disfare le valigie, finisce in campo e sfoggia tutto il suo repertorio. Determinazione, assist, controlli sopraffini, ma anche giocate un po’ goffe ed eccessiva rabbia. Poi fa quello che gli riesce meglio, il gol, sperando che non sia l’ultimo in maglia giallorossa. 

UNDER 5,5: Evanescente al punto da costringere Di Francesco a preferirgli un Primavera

DAL 75’ ANTONUCCI 7: Il primo pallone che tocca in Serie A è quasi un gol, il secondo è l’assist per il gol di Dzeko. Avrà un gran futuro. 

 

DI FRANCESCO 6: La sua Roma non riesce più a vincere, anche se stasera ha la giustificazione firmata dalla dirigenza e l’attenuante delle numerose assenze. Inoltre può sfoggiare l’alibi di un arbitraggio demoniaco, ma da domenica bisognerà ricominciare a conquistare l'intera posta in palio. Auguri!

Marco Madeddu