Mancini: "Roma da scudetto. Shakhtar pericoloso, servirà la massima concentrazione"

ESCLUSIVE

Nel corso del primo torneo di foot volley Città di Roma, organizzato dall'ex compagno di squadra Max Tonetto al Jem Sport di via del Fosso di Dragoncello 201, Amantino Mancini ha parlato in eslcusiva ai microfoni di Rete Sport (per il video vai su ReteSportTv.it) Queste le sue parole:

Come ti stai trovando da brasiliano a giocare sempre con una palla ma anche con una rete di mezzo?
Bene, è uno sport che ho sempre fatto, anche quando giocavo a calcio ma andavo in vacanza in Brasile. Ora mi ci alleno, faccio i tornei. Poi per un brasiliano pallone e sabbia vanno sempre bene.

Che impressioni hai della Roma quest'anno?
All'inizio così così: la Roma ha cambiato tanti giocatori ma Di Francesco sta facendo molto bene, ha giocatori molto forti, se continua così può vincere lo scudetto.

Le urne di Nyon hanno decretato Roma-Shakhtar agli ottavi. Che partita sarà?
Servirà la massima concentrazione. È un torneo molto difficile, lo Shakhtar è una squadra tecnicamente molto forte ma la Roma può farcela: deve fare un buon risultato in trasferta.

Che effetto ti fa vedere Totti in giacca e cravatta?
Stranissimo, l'abbiamo visto sul campo ma prima o poi doveva finire. Gli auguro una carriera brillate come direttore, gli auguro tante belle cose nel futuro.