Stadio della Roma, Pallotta: "Giornata cruciale per Roma e per la Roma"

NEWS

“Quella di oggi è una giornata cruciale per Roma e per la Roma”. Così il presidente Jim Pallotta ha commentato la notizia del via libera da parte della Conferenza dei Servizi allo Stadio della Roma tramite il sito del nuovo impianto giallorosso: 

“Ci tengo, innanzitutto, a ringraziare le istituzioni e le autorità competenti, che hanno lavorato con dedizione e trasparenza per completare il lungo e complesso iter amministrativo che ha dato il via libera al nostro progetto”, ha dichiarato il presidente giallorosso.

“Sono molto felice per quello che questa decisione può rappresentare per la Città, per lo sviluppo futuro del Club e per i tifosi, a cui vogliamo dare la nuova casa che meritano”.

“Siamo tutti entusiasti di poter iniziare i lavori per costruire uno stadio che renderà i tifosi della Roma di oggi e di domani fieri di indossare i nostri colori e di intonare i nostri cori. Il nostro progetto rappresenterà un elemento di crescita per la città, diventando un piccolo tassello della sua incredibile storia. Sono certo, inoltre, che lo Stadio della Roma sarà molto importante per far tornare il calcio italiano nel posto che si merita. Forza Roma".

Il dg della Roma, Mauro Baldissoni, ha parlato invece a Sky Sport 24 dopo l'approvazione del progetto stadio: “Abbiamo fatto un altro passo verso la storia. La conferenza dei servizi ha approvato il progetto stadio. Mancano alcuni passaggi amministrativi ma oggi abbiamo un progetto approvato. Posa della prima pietra probabilmente in tarda primavera, tra aprile e inizio maggio in modo da giocarci nella stagione 2020/21. È un lavoro di squadra, quando si lavora in gruppo si ottengono dei risultati. Ringrazio la giunta comunale, il Sindaco Raggi che, dopo aver ottenuto la modifica del progetto, ha mostrato coerenza e determinazione nel portare l'iter al termine velocemente. Ringrazio la Regione, che ha avuto un ruolo difficilissimo. Si sperimentava per la prima volta la Legge sugli Stadi e sulla Conferenza dei Servizi abbreviata. Ringrazio poi il Governo, che ha intercettato un'esigenza di sistema del calcio. Ha avviato delle riforme normative con la legge Delrio e il ministro dello Sport, Luca Lotti, che ha mantenuto la guida con attenzione sul progetto. Non è importante solo per la Roma ma anche per la città di Roma e per il Paese, dimostrando di come si possano fare grandi progetti. Denaro pubblico per il ponte di Traiano? Non c'è denaro pubblico nel progetto. Il ponte era previsto nel progetto originale, perché richiesto dalla delibera Marino, ma il progetto rivisto, grazie all'esistenza di un ulteriore ponte, era senza ponte e noi ci eravamo adeguati. Tutti i pareri in Conferenza dei Servizi hanno giudicato non necessario il ponte. Sarebbe sciocco utilizzare queste strumentalizzazioni per contestare un'opera frutto di un successo comune. Pallotta era molto contento e per prima cosa mi ha chiesto se la gente fosse finalmente contenta ora".