Serie A, Roma-Empoli 2-0. Che Dzeko!

SERIE A TIM

Ricomincia il campionato: dopo la sosta dovuta agli impegni delle nazionali, questa sera la Roma, tormentata dal futuro da un ancora incerto futuro di Luciano Spalletti, torna a giocare allo stadio Olimpico per affrontare l’Empoli di Martusciello.

Con gli assenti di lusso De Rossi infortunato, e Strootman squalificato, in mediana viene confermato Paredes con Nainggolan che scalerà al suo fianco. Dietro Dzeko, accanto a Salah c’è Perotti. A sinistra fiducia a Mario Rui, pronto a sfidare la sua ex squadra. Difesa a tre ricoperta da Fazio Manolas e Ruediger aiutati sula destra da Bruno Peres con Szczesny a proteggere i pali giallorossi. 4-3-1-2 per i toscani con l’ex Skorupski in porta; Laurini, Veseli, Barba, Pasqual nel reparto difensivo; Krunic, Büchel, Croce a protezione di El Kaddouri dietro la coppia Marilungo-Thiam. Solo panchina per il veterano Maccarone.

32 VOLTE DZEKO – In una buona cornice di pubblico, l’arbitro Massa fa partire la gara. I giallorossi non forzano più di tanto la manovra nei primi minuti, l’Empoli spaventa i capitolini al 7′ con Thiam che solo davanti a Szczesny viene fermato in dubbia posizione di fuorigioco. Al minuto 11, la Roma si affaccia per la prima volta pericolosamente nell’area avversaria, il traversone basso di Nainggolan viene deviato in corner. Proprio dal calcio d’angolo battuto da Paredes, Ruediger devia la sfera di testa sul secondo palo dove Dzeko si fa trovare pronto per insaccare il vantaggio romanista. Squadra di Spalletti avanti, con il bosniaco firma il suo 32° sigillo stagionale, il primo col ginocchio, raggiungendo Volk, Manfredini e Totti nella classifica dei bomber stagionali.

 Segui

Rete Sport @ReteSport

Con la rete numero 32 in una sola stagione,  raggiunge  e  in questa speciale classifica! 

20:06 - 1 Apr 2017

Al 29′ bella parata di Skorupsky sulla conclusione dalla distanza di Paredes, tiro potente, ma troppo centrale poi deviato in calcio d’angolo. La squadra di Martusciello risponde al 31′ con El Kaddouri, il suo destro dà solo l’impressione del gol, palla sull’esterno della rete ben controllata da Szczesny. La Roma si rende pericolosa in contropiede, ma Perotti non sfrutta il traversone di Salah sul secondo palo. Il vero brivido per i giallorossi proviene al minuto 34′ da Marilungo che prima brucia Fazio sullo scatto, poi non inquadra lo specchio della porta davanti a Szczesny. Padroni di casa avanti prima dell’avvio negli spogliatoi. Spalletti moderatamente soddisfatto alla fine della prima frazione, Roma intenzionata a controllare il match anche nella ripresa e alla ricerca del raddoppio per chiudere parzialmente la gara.

SUPER EDIN – Il secondo tempo riprende subito con uno spauracchio per la Roma. Szczesny salva infatti i suoi al 47′ sul tocco ravvicinato di Marilungo. Al 56′ però, i tifosi giallorossi si tranquillizzano. Salah trova il pertugio giusto per servire nuovamente Edin Dzeko, l’attaccante bosniaco è letale sotto porta e non sbaglia l’occasione del raddoppio. Nessuno come lui nella storia della Roma. 2-0 e match che si avvia verso una sola destinazione. Spalletti opta subito per i primi cambi in vista del derby di Coppa, dentro il francese Grenier, fuori Perotti. la squadra di Spalletti vuole chiudere definitivamente la gara e ci va vicina al 69′. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo stacca di testa Salah, la sfera colpisce la traversa. L’Olimpico si riaccende al 72′, fuori tra gli applausi un Dzeko da record, dentro il capitano Francesco Totti. Martusciello replica con l’inserimento di Maccarone. Empoli che nonostante la prestazione convincente si avvia verso l’ennesima sconfitta stagionale, Spalletti toglie Fazio al posto di Juan Jesus.

TRE PUNTI D’ORO – Nessun colpo di scena nel finale di gara con i giallorossi che conquistano tre punti fondamentali per la classifica e per il morale. Dzeko da record e occhi puntati al big match di domani sera tra Napoli e Juventus, poi sarà derby.

Dallo Stadio Olimpico di Roma

Andrea Fagnano (@FagnAndre)

IL TABELLINO – ROMA-EMPOLI 2-0 (12′, 56′ Dzeko)

ROMA (3-4-3): Szczesny; Manolas, Fazio (85′ Jesus), Rüdiger; Bruno Peres, Paredes, Nainggolan, Mario Rui; Salah, Dzeko (73′ Totti), Perotti (62′ Grenier). A disp.: Alisson, Lobont, Vermaelen, Nura, Emerson Palmieri, Gerson, El Shaarawy.
All. Luciano Spalletti

EMPOLI (4-3-1-2): ​Skorupski; Laurini, Veseli, Barba (77′ Cosic), Pasqual; Krunic, Büchel, Croce; El Kaddouri (73′ Maccarone); Marilungo (58′ Tello), Thiam​. A disp.: ​Pugliesi, Pelagotti, Zambelli, Dimarco, Mauri, Bellusci, Mchedlidze, Zajc, Pucciarelli.
All. Giovanni Martusciello

Arbitro: Davide Massa della sezione di Imperia

Assistenti: Paganessi – Tasso
Quarto Ufficiale: Ranghetti
Arbitri Addizionali d’Area: Tagliavento – Serra

Ammoniti: 43′ Krunic (E)

Note: paganti 31.946, incasso 841.872,00 euro