Gerbino Polo e la sua favola in Svezia: "Ho scelto di non lottare per sopravvivere nel calcio italiano"

ESCLUSIVE

Una storia fuori dall'ordinario paragonabile ai "cervelli in fuga" che provano a trovare fortuna altrove. Questa volta possiamo parlare di "piedi in fuga", quelli di Luca Gerbino Polo, intervenuto ai microfoni di Rete Sport nel corso della trasmissione "La mattina di Rete Sport". La sua seconda vita è cominciata quattro anni fa, quando ha scelto di emigrare a Stoccolma insieme alla sua ragazza Carin, italosvedese. Adesso Luca, trent'anni, centravanti di un metro e novantatré dotato di una straordinaria mentalità, giocherà in Allsvenskan, la Serie A svedese: "Ho scelto di non lottare per sopravvivere nel calcio italiano, ora raccolgo tante soddisfazioni in questo Paese", infatti ha appena vinto il campionato con il Brommapojkarna, segnando il gol decisivo. E questa sera sarà in tribuna alla Friends Arena per Svezia-Italia. 

A.F.

DI SEGUITO IL SUO INTERVENTO INTEGRALE