Con El Sharaawy titolare la Roma alza la cresta e vince sempre

APPROFONDIMENTI

Con El Sharaawy titolare la Roma sa solo vincere: Verona, Udinese, Qarabag, Milan, Torino, Bologna, Chelsea. Ogni volta che il faraone è stato schierato da Di Francesco dal primo minuto, i giallorossi hanno portato a casa i tre punti. 5 gol e 2 assist nei 677 minuti disputati dall’inizio del stagione: tra acciacchi fisici, alti e bassi caratteriali che troppe volte hanno fatto parlare di lui come di un calciatore umorale, che gioca bene solo quando sente la fiducia di tecnico e ambiente, lui risponde alzando la cresta e facendola alzare anche alla Roma.

Alla faccia di chi lo vuole debole caratterialmente, El Sharaawy è l’unico giocatore della rosa ad aver vinto ogni volta che ha giocato dal primo minuto. Nessun pareggio, nessuna sconfitta nelle 7 gare disputate dalla Roma sino ad oggi con il suo nome nella lista dei titolari. Come lui, solo Under ed Hector Moreno, utilizzati però troppo poco, al momento, per poter stabilire l’incisività del dato. L’esterno turco e il centrale messicano sono infatti stati impiegati titolari rispettivamente in 4 e 2 occasioni, mentre l’italo-egiziano lo è stato nella metà esatta delle partite disputate fino ad ora.

Sulla classe c’è poco da discutere, sul carattere – forse – ogni tanto è bene sottolineare che anche lui ne ha da vendere: forse non ha il grugno di Kolarov né lo sguardo di Strootman; sorride sempre con timidezza, è vero, ma lo fa comunque con gran carattere.

A cura di Chiara Di Paola