Roma-Chelsea, Morata: "Ora sono al 100%, posso rendere al massimo"

CHAMPIONS LEAGUE

Alvaro Morata ha ncontrato i giornalisti in sala stampa, allo stadio Olimpico, alla vigilia del match con la Roma. Queste le parole dell'ex attaccante di Real Madrid e Juventus: 

Sul rapporto con i bianconeri: 
C’è stato qualche problema di traduzione, ho detto che sono stato bene con loro e ho lasciato quel club solo perché il Real Madrid mi ha rivoluto. Non so se resterò a vita al Chelsea, ma a Londra io e la mia famiglia viviamo benissimo.

Recentemente hai parlato di Londra come una città stressante.
Londra mi piace molto, in futuro non so se resterò. E’ normale che preferisco tornare in Spagna. Comunque mi riferivo solo al caos della metropoli, al traffico. Londra è una città straordinaria.

Qual'è il rapporto con Antonio Conte?
Molto buono, a lui piace lavorare duro come a me. E’ uno dei migliori allenatori al mondo e mi piace molto come persona.

Ti sei ripreso al 100% dopo l'infortunio?
Adesso sono al 100%, forse nelle partite precedenti non era così. E’ stato un infortunio che mi ha bloccato per 20 giorni, poi mi sono dovuto anche ambientare alla Premier League e non ho potuto rendere al massimo.

La determinazione, dopo le varie occasioni mancate, è aumentata?
Preferisco sempre segnare, nell’ultima partita in un’occasione avevo poco spazio e in un’altra il portiere ha fatto una grande parata. Spero di andare a segno la prossima volta.

Che significato ha per te il ritorno in Italia?
E’ sempre un piacere, mi piace molto, ma sono qui per prendere i 3 punti. Non importa dove giochiamo, quello che importa sono i tre punti.