Dottor Bianchini: "Troppi infortuni ai crociati? Non solo sfortuna"

ESCLUSIVE

Intervenuto ai nostri microfoni per fare chiarezza sull'ennesima rottura del legamento crociato nella Roma, il dottor Bianchini ha fatto chiarezza su questo tipo di infortunio. Questo uno stralcio delle sue dichiarazioni:

"C’è da chiedersi se l’ennesimo infortunio possa essere riconducibie a una carenza del sistema. E’ vero che l’evento traumatico non è prevedibile ma in una condizione del corpo costantemente sottoposta a stress, bisogna adottare delle prevenzioni. Ci si chiede se il giocatore era in condizioni ottimali. Magari quello operato era ortopedicamente perfetto ma la condizione generale non era ottimale".

Giocatori sottoposti a troppi stress fisici?

"E' arrivato il momento di capire cosa si vuole ottenere: sicuramente è aumentata la potenza, è aumentato il ritmo. Forse si chiede troppo ai calciatori sottoponendoli a troppe partite o chiedendo troppo in allenamento. Se il sistema non è libero dal trauma, pur essenso performante, ha comunque qualcosa dentro di sè che lo inibisce. La testa è direttamente collegata al corpo". 

Ecco l'intervento integrale ai nostri microfoni: