Atalanta-Roma, Fonseca: "Non cambieremo identità, ma strategia. Farò 2-3 cambi. Pedro può iniziare la gara"

NEWS

CONFERENZA STAMPA - Le parole di mister Paulo Fonseca alla vigilia di Atalanta-Roma:

La Roma ha recuperato meno degli altri ma state dando grande risposte. Farà delle scelte in funzione delle poche ore di recupero?
"E' vero che il tempo di recupero non è molto, penso che farò 2 o 3 cambi, non voglio cambiare molto in questo momento, la squadra sta bene, non abbiamo avuto molto tempo per recuperare ma farò solo 2-3 cambi"

La Roma non vince dal 2017 contro l'Atalanta, un avversario che ha sempre sofferto per la sua fisicità. Ha in mente un risposta più tecnica o più fisica?
"E' una partita diversa dalle solite, sono molto forti fisicamente, sui duelli individuali, non c'è tempo per pensare in campo, vediamo domani, può giocare Cristante, o Villar oppure altri giocatori. Farò una scelta in funzione della nostra strategia e della caratteristica della partita"

Per lo Scudetto c'è anche la Roma?
"Siamo a dicembre, tutte le squadre sono molto vicine, possono arrivare tutte nelle prime 4, noi vogliamo fare meglio della scorsa stagione, finire nelle prime quattro, non è cambiato nulla. Siamo ancora a dicembre, è molto presto per parlare di altre ambizioni"

Preferiva all'inizio della stagione quando la davano in bilico e la Roma non era considerata da nessuno o adesso che in molti vi considerano in corsa per il titolo?
"Voglio sempre esser equilibrato, non cambia nulla in questo momento: quando perdiamo non siamo i peggiori, quando vinciamo non siamo i migliori, serve equilibrio"

Pedro titolare?
"Si sta allenando molto bene, è molto importante per noi, vediamo domani può essere una soluzione per iniziare domani"

Si aspetta qualcosa di più da Dzeko?
"Sta molto bene, sta lavorando molto bene per la squadra, ha segnato 4 gol ma ha partecipato a tanti altri gol, lavorando bene per la squadra, questo per me è importante"

Mirante o Pau Lopez domani?
"Ho già scelto ma si vedrà domani"

Sembrate più quadrati e solidi sul campo. Qual è il miglioramento di cui è più soddisfato?
"Abbiamo 1 anno e mezzo insieme, la squadra ovviamente è più forte oggi, sono arrivati giocatori che hanno migliorato la rosa, c'è più tempo di lavoro insieme, c'è una maggiore conoscenza delle mie richieste, penso sia normale"

Chiederà di sfidare i giocatori avversari prendendoli alti?
"E' una partita diversa, con un avversario che ha un modo di giocare particolare, noi non cambiamo la nostra identità. Abbiamo preparato strategie diverse, ma non la nostra intenzione, la nostra identità. Quello che cambia è la strategia in funzione dell'avversario"

Quanto è importante questo test per capire il grado di crescita del gruppo?
"E' una partita molto difficile, loro sono molto forti. Per noi è un'altra partita che vogliamo vincere, non cambia nulla, cambiano le caratteristiche della partita, la nostra ambizione però è la stessa"

La Roma è molto migliorata fisicamente o l'Atalanta si è normalizzata?
"No l'Atalanta sta continuando a giocare molto forte, è una partita molto fisica ma noi siamo anche più forti fisicamente rispetto ad un anno fa"