Prima Pagina RS: Roma abbatti il Toro per aggredire il podio: tornano Mancini e Pedro dal 1'. In cantiere il rinnovo di Ibanez, piace Frimpong del Celtic

RASSEGNA STAMPA

PRIMA PAGINA RETE SPORT - Questa sera all'Olimpico la Roma, vincendo potrebbe aggredire il vertice della classifica di Serie A e iscriversi alla corsa alle posizioni più alte, visti i risultati favorevoli di quasi tutte le altre big (esclusa l'Inter vittoriosa sul Napoli per 1-0) che si sono materializzati nel turno di campionato infrasettimanale. L'ostacolo sarà il Torino di Giampaolo, che ieri in conferenza stampa si è appellatto all'orgoglio e al carattere dei suoi: per i granata è una gara da dentro o fuori, considerando il pericoloso posizionamento in classifica. Nei giallorossi confermato Pau Lopez tra i pali, tornano dal 1' minuto Smalling, Mancini e Pedro. Pellegrini presumibilmente tornerà a giostrare sulla linea mediana al fianco di Veretout.

Interessante un dato rilevato questa mattina dal Corriere dello Sport e relativo al turnover effettuato finora da Fonseca: nelle partite di Europa League hanno giocato sempre almeno 7 elementi diversi rispetto all’impegno precedente. In alcuni casi si è arrivati anche a 8 o 9. Questo trasformismo ha permesso a Fonseca di tenere caldi 20 calciatori su 22. Villar (746 minuti giocati), raggiungerà presto Pellegrini e Veretout (981 e 944 minuti). Borja e Dzeko non sono molto distanti (l'anno scorso la differenza tra il bosniaco e Kalinic era di quasi mille minuti). Idem per Bruno Peres e Karsdorp. Quello più presente è stato Mkhitaryan con 1162 minuti. Segue Spinazzola a 1145 e sul terzo gradino del podio Pedro a 1086. Chiudono la top 5 Ibanez e Cristante.

Capitolo mercato e rinnovi: Marco Abreu, agente di Paulo Fonseca avrebbe effettuato un sondaggio (quindi benedetto dall’allenatore) con il Celtic Glasgow per portare alla Roma l’olandese Jeremie Frimpong, 20 anni, talentuoso terzino destro. Problemi? Le richieste, con gli scozzesi non chiedono meno di 15 milioni, ma se ne parlerà a gennaio.

Quello di Tiago Pinto non sarà un ingresso morbido. Bisognerà partire subito con l’acceleratore premuto. Non si lavorerà soltanto sul mercato, ma anche sui rinnovi contrattuale di numerosi giocatori: Pellegrini, Ibanez, Villar, Zaniolo e Mirante. Uno degli appuntamenti già fissati per l’inizio di gennaio è con l’entourage del difensore brasiliano. L’attuale stipendio è di 750mila euro e, anche alla luce dell’importante offerta estiva del Leicester e del recente accordo con Calafiori, l’ingaggio verrà probabilmente ritoccato con annesso prolungamento.