Roma, Calafiori: “Sognavo questo gol da una vita, peccato non ci siano i tifosi”

NEWS

La Roma blinda il primo posto nel girone di Europa League battendo 3 a 1 lo Young Boys grazie alle reti di Borja Mayoral, Calafiori e Dzeko. Ottima prestazione dei giallorossi di Paulo Fonseca che hanno blindato il primo posto nel girone, oltre al passaggio ai sedicesimi di finale di Europa League. Al termine del match Riccardo Calafiori è intervenuto ai microfoni delle emittenti televisive.

CALAFIORI A SKY 

Che emozioni stai vivendo? Il primo gol. Non si scorda mai…
Assolutamente, lo sognavo da una vita e devo ammettere che farlo più bello di così era difficile. E’ un’emozione grandissima, col pubblico sarebbe stato ancora meglio ma mi accontento.

Un gol che chiude due anni molto particolari, iniziati con un terribile infortunio. Ce li racconti?
E’ stato il periodo più difficile, ma ora anche il più bello della mia vita. Sono riuscito a fare e a portare a termine cose che pensavo fossero impossibili. Con tanto lavoro e tanto impegno. Sono nato per giocare a calcio, ho coronato il mio sogno iniziando un percorso dopo averne terminato un altro.

CALAFIORI A ROMA TV

Ti hanno tolto un gol a Torino l’anno scorso, ma dopo poco tempo è arrivata la prima rete con la Roma.
Con la Juve avevo segnato con il destro che non è il mio piede, non era veritiero diciamo. Sono contentissimo e spero di continuare così.

Quali sono le tue sensazioni? Il primo gesto è stato quello di baciare la maglia.
E’ una cosa che mi viene da quando sono piccolo, per l’attaccamento che ho. E’ difficile spiegare le emozioni, è una cosa indescrivibile.

Vuoi fare una dedica?
Ne ho tante da fare. Alla mia famiglia, al mio amico Daniele De Rossi e alla mia ragazza.