Prima Pagina ReteSport: Attesa per Mancini e Veretout, tornano a disposizione Smalling, Fazio e Kumbulla. Ipotesi Pau Lopez titolare in campionato

RASSEGNA STAMPA

PRIMA PAGINA RETESPORT - Tra attese, speranze, possibili recuperi e nuovi stop. Sarà una ripresa particolare quella della Roma a Trigoria. Questa mattina, sotto la pioggia che cadrà nelle prossime ore sulla capitale, la squadra giallorossa riprenderà i lavori in vista di Young Boys, ma soprattutto, Sassuolo. In Europa basta 1 punto contro gli svizzeri per qualificarsi automaticamente primi nel girone. Mancini e Veretout si sottoporranno ad esami strumentali in giornata. Kumbulla ieri è tornato negativo ed oggi svolgerà le visite d'idoneità. Chris Smalling tornerà a disposizione, come Fazio che già giovedì potrebbe tornare in campo per iniziare a fare minutaggio. Rebus tra i pali: Pau Lopez potrebbe tornare il titolare anche in Serie A dopo la serata decisamente negativa di Mirante.

Capitolo infortuni: da fine agosto la Roma ha raccolto 30 defezioni per 21 calciatori diversi: 11 infortuni muscolare, 5 traumi, 2 influenze e 12 Covid.

Come previsto dal regolamento Consob, per le società in blacklist, ieri il club ha reso noto il rendiconto finanziario per il peridoo 1-31 ottobre. L’indebitamento finanziario netto consolidato è pari a 393,8 milioni di euro, in crescita di 94 rispetto al 30 giugno 2020. Il 22 ottobre Friedkin ha inviato una lettera nella quale conferma che durante la prossima assemblea degli azionisti, in programma il 9 dicembre, "il totale di 114,6 milioni di finanziamenti soci verrà convertito in maniera automatica, integrale e irrevocabile in Riserva Azionisti c/Aumento di capitale a totale beneficio di NEEP stessa, per l’esecuzione da parte di NEEP del previsto aumento di capitale non rimborsabile della società“. Nel rendiconto mensile che verrà pubblicato a fine dicembre il debito scenderà sotto i 300 milioni. Oltre ai soldi iniettati dall’azionista di maggioranza (da agosto i Friedkin hanno messo 92 milioni) la gran parte del debito è rappresentato dal bond lanciato nell’estate del 2019.