PRIMA PAGINA RS: De Jong nuovo candidato ds per la Roma. Trigoria, Covid contenuto. El Sha spinge per tornare a gennaio

RASSEGNA STAMPA

PRIMA PAGINA RS -  Tutti tamponi negativi fatti ieri a Trigoria. Finalmente una buona notizia per la Roma dopo l’ondata che ha travolto il Centro Sportivo. Si temevano ancora più casi, ma al momento tutto è filato liscio anche grazie a qualche piccola accortezza presa dal club negli ultimi giorni. Giocatori e staff hanno avuto pochissimi contatti, si sono allenati tutti in forma individuale e non sono stati in aree comuni. Diawara e Calafiori regolarmente in gruppo. Intanto anche il Covid prova a mettere i bastoni tra le ruote al recupero di Zaniolo, ma Nicolò non si arrende. Per via della pandemia, non si è potuto recare ad Innsbruck dal professor Fink per un controllo. La buona notizia è che lo stesso chirurgo a venire a Roma verso fine novembre. Se arriverà il via libera il protocollo di recupero potrà andare avanti.

Il nome nuovo per la direzione sportiva della Roma è quello di John De Jong, attuale ds del PSV. Il manager è stato inserito da Friedkin in una shortlist di tre candidati, insieme a quello di Campos che fatica a liberarsi dal Lille. Come riferisce il Tempo, la rivoluzione di Friedkin sta per iniziare: il proprietario giallorosso ha intenzione di dividere il club in due macro-aree: business e sportiva. Per la prima rimangono il CEO Fienga e Calvo, la cui qualifica ora di direttore operativo, ma in praticà già svolge mansioni da direttore generale. Al loro fianco da gennaio lavorerà Stefano Scalera. Si occuperà dei rapporti istituzionali a cominciare da quello complesso per il nuovo Stadio.

Capitolo mercato: Stephan El Shaarawy ha ancora in mente la Roma e a gennaio il suo ritorno in giallorosso potrebbe realmente concretizzarsi. Come riferiscono Leggo e il Romanista, la strategia è quella del prestito fino a giugno, poi ci sarà tempo per trovare un accordo su un eventuale riscatto. Il calciatore si allena a Roma, è rimasto nella capitale nel corso delle ultime settimane e non vorrebbe più tornare a Shanghai. Il Mattino intanto cita ancora la Roma come principale pretendente a Milik (sullo sfondo Inter e Fiorentina, che con Prandelli cercherà un centravanti a gennaio). 

Chiusura curiosa su Petrachi: “Roma, mi riprendi?“. Così l'ex ds, che fa sul serio e vorrebbe tornare alla Roma chiudendo la querelle giuridica, rinunciando anche alle 4-5 mensilità che la società non gli ha corrisposto dopo il licenziamento per giusta causa. Dopo aver chiesto 5 milioni di risarcimento, a fronte di 1,2 offerti dalla Roma, Petrachi nel corso della prima udienza dinanzia al giudice del lavoro avrebbe ribadito la sua volontà di tornare in giallorosso "non avete ancora ingaggiato un ds". Ipotesi quasi impossibile. Fienga offrirà a Petrachi 2,5 milioni per provare a transare