Prima Pagina RS: Boldt in pole per il ruolo di Ds. Pellegrini-gol e polemiche. Oggi il rientro dei Nazionali

RASSEGNA STAMPA

PRIMA PAGINA RETE SPORT - Modello tedesco, giovani, sostenibilità, presenza fisica a Trigoria. Le direttrici del lavoro che i Friedkin, in totale autonomia, stanno seguendo per individuare il candidato giusto alla direzione sportiva della Roma sono queste. E le strade in queste ore portano dritte ad Amburgo, dove lavora Jonas Boldt. 38 anni, di Norimberga, ex dirigente del Bayer Leverkusen, una gavetta lunghissima iniziata da stagista fino al ruolo di principale collaboratore di Rudi Voeller. 

I proprietari del club giallorosso hanno incontrato - in campo neutro - Boldt la scorsa settimana: tre ore di vertice, non solo conoscitivo perchè il direttore tedesco ha esposto le linee guida del suo lavoro improntate alla programmazione a lungo termine, con una struttura di scouting che a Trigoria andrebbe creata ex novo. La testata Sport1 rilancia un nuovo incontro tra le parti in programma la prossima settimana, segnale che se confermato, darebbe l'idea di una virata quasi definitiva sul profilo di Boldt, il cui lavoro - qualcuno sussurra - potrebbe esser coordinato da Ralf Rangnick, in qualità di general manager. Oggi si conoscerà anche il futuro di Paratici a seguito del cda bianconero.

Ieri sera Lorenzo Pellegrini è tornato al gol che gli mancava da diversi mesi. Il centrocampista giallorosso - insieme a Barella - è stato il migliore in campo nel match di Nations League pareggiato 1-1 con l'Olanda. In queste ore il rientro nella capitale in compagnia di Spinazzola, Mancini, Cristante, Dzeko, Kumbulla e Mkhitaryan: tamponi per tutti e ritorno (covid permettendo) a disposizione di Fonseca.