Prima Pagina ReteSport: ElSha-Roma chance a gennaio, Pastore (per ora) non rescinde. Friedkin, dubbi su Tor di Valle

RASSEGNA STAMPA

PRIMA PAGINA RETESPORT - Largo spazio questa mattina sui quotidiani agli investimenti già operati dalla famiglia Friedkin sulla Roma: il bilancio chiuso al 30 giugno ha prodotto una perdita record di 188 milioni (solo per As Roma spa). Per far fronte all'emergenza economica, la nuova proprietà ha già assicurato che aumenterà la quota dell'aumento di capitale. Complessivamente, dallo scorso 17 agosto, i Friedkin hanno speso quasi 350 milioni di euro così distribuiti: 199 per l'acquisto del club in un'unica soluzione, 77,6 per la gestione corrente, compresa la quota degli obbligazionisti che hanno chiesto il rientro immediato; l'OPA costerà circa 10 milioni di euro, oltre ai 65 milioni circa del completamento dell'aumento di capitale.

Tra cene, incontri riservati e consigliori, Friedkin nelle ultime ore avrebbe espresso dei dubbi sulla possibilità di costruire lo stadio a Tor di Valle: c’è una specie di corrente che prova a convincere i nuovi proprietari del club giallorosso a “mollare” il progetto ereditato da Pallotta, considerato troppo faraonico e oneroso. Fra gli incontri va annoverata anche una cena fra i Friedkin e Caltagirone. Chiaramente cambiare location vorrebbe dire ricominciare da capo e gettare al vento quasi 10 anni di lavoro ma anche la Raggi è in ritardo: nonostante i reiterati annunci dal sapore elettorale, da inizio agosto a oggi, nessun atto è stato prodotto né in Regione né in Città Metropolitana quindi la Convenzione, pur conclusa nella fase di trattativa, non è pronta ad entrare in votazione.

Sul fronte mercato El Shaarawy spinge per tornare alla Roma a gennaio. L'attaccante rimarrà nella capitale ad allenarsi, dopo la bella prova con la Nazionale maggiore. La società giallorossa proverà a prenderlo nella nuova finestra di mercato. Smentita per ora la possibilità che Pastore possa rescindere il suo contratto col club.