Prima Pagina Retesport: Rimpianto Roma con la Juve. Borja Mayoral ad un passo. Smalling, ultimo tentativo

RASSEGNA STAMPA

PRIMA PAGINA RS - Prevale il rimpianto per una vittoria che forse avrebbe cambiato i connotati psicologici e sportivi di questo difficile inizio di stagione. L'analisi del day after di Roma-Juve, sui quotidiani, è sintetizzabile in una parola: peccato. I giallorossi sfoderano una prestazione convincente sul piano fisico, tattico e tecnico al cospetto della Juve di Pirlo, che con grande onestà nel post gara ha sottolineato le difficoltà della sua squadra e la superiorità mostrata dalla Roma nel corso dei 90 minuti. L'imperizia difensiva nell'unica vera palla gol concessa a Ronaldo nella ripresa e i tanti errori sotto porta hanno fatto la differenza.

Nel frattempo sul mercato a 7 giorni dal termine della finestra estiva, Fienga lavora alla definizione del vice-Dzeko: si tratta di Borja Mayoral che potrebbe sbarcare già domani nella capitale. 23 anni, di proprietà del Real Madrid, due stagioni non eccezionali al Levante sul piano della prolificità, ma un prospetto interessante che completerà il reparto offensivo della Roma. Il calciatore - grazie al lavoro degli intermediari giallorossi - firmerà un rinnovo di contratto oltre l'attuale scadenza (2021) e arriverà in prestito con diritto di riscatto per una cifra intorno agli 8 milioni di euro.

In difesa Fonseca aspetta ancora Chris Smalling: la Roma tenterà un ultimo affondo che si spera possa esser decisivo. Attenzione però all'Inter che potrebbe cedere Skriniar già nelle prossime ore al Tottenham e sabato ha palesato gravi carenze difensive. Le alternative sono Marcao e Alderete del Basilea: paraguayano, classe 96'. 

Intanto Friedkin lavora all'organigramma societario: nonostante contatti e incontri, Ralf Rangnick non è ad oggi il dirigente in pole per la direzione sportiva. Lo Schalke 04 potrebbe ingaggiarlo come sostituto di Wagner e i Friedkin non vorrebbero contrattualizzare dirigenti 'accentratori'.