ESCLUSIVA - Floro Flores: "Pellegrini è un bene, ma va aiutato. Difficile costruire qualcosa se cambi ogni anno giocatori"

ESCLUSIVE

Uno dei protagonisti della vittoria del campionato della Lega Calcio a 8 è stato senza alcuna ombra di dubbio Antonio Floro Flores. L'ex calciatore è stato eletto il migliore in campo nella finale, inoltre ha formato con Francesco Totti un duetto significativo, che ha contribuito in maniera notevole alla vittoria della competizione. L'attaccante, intervenuto in esclusiva ai microfoni di Retesport, ha raccontato le sue sensazioni: "È stato un torneo piacevole, c'era tanto agonismo. Ci siamo divertiti e vincere è sempre bello. Totti? A nessuno piace perdere, figuriamoci a lui. Tra l'altro, ieri, affrontavamo la Lazio (dice scherzando, ndr)".

L'ex Udinese ha poi riservato una parentesi a Lorenzo Pellegrini, suo ex compagno ai tempi di Sassuolo: "Roma è come Napoli, imporsi non è facile. Ci sono tante aspettitative, soprattutto quando giochi nella squadra per cui fai il tifo. Le critiche sono ben differenti da quelle che possono esserci a Sassuolo e le responsabilità sono di più. Lorenzo ha tutte le qualità per dimostrare il suo valore, non lo dico io, ma i fatti. Fino a poco tempo fa era uno dei giocatori più prolifici della Roma. È giovane e ci sta che possa sbagliare qualche partita, va aiutato. È un bene per la Roma e per la Nazionale italiana".

Ha poi concluso parlando della stagione della Roma e del suo futuro: "A me l'allenatore dei giallorossi piace tantissimo. Il problema della Roma non riguarda il tecnico o i calciatori, ma l'ambito societario. Se cambi ogni anno i giocatori è difficile costruire qualcosa. Appena si sta formando un gruppo si cambia, e questo non aiuta nel raggiungimento degli obiettivi. Questo continuo cambiare non ti fa crescere e non aiuta i più giovani, come ad esempio Pellegrini o Under. L'allenatore ha bisogno di una società alle spalle che lo protegga, i problemi ci sono e non sono da sottovalutare. Sarebbe bello vedere la Roma che lotti per lo Scudetto. La prossima stagione? Ho conosciuto un gruppo fantastico, e con Francesco una paritta la faccio volentieri. Ho un accordo con la Casertana, e dovrei iniziare lì nelle giovanili, ma finchè non firma non si può mai sapere. Voglio capire se sarò in grado di fare questo lavoro prima di prendere una decisione importante".