Pallotta ritorna all’Olimpico per l’Atletico. Manolas verso il rinnovo

RASSEGNA STAMPA
  • Nell’ultimo blitz romano, lo scorso luglio, c’era stata l’attesa stretta di mano con Totti, ora Pallotta è pronto a tornare nella capitale per nuovi appuntamenti sulla questione stadio, e non solo. C’è una possibilità che il ritorno del presidente coincida con il debutto in Champions dei giallorossi riporta l'edizione odierna de Il Tempo, il 12 settembre contro l’Atletico Madrid. Una partita a cui potrebbe assistere dall’Olimpico, visto che è atteso a Roma nei prossimi giorni. Venerdì rientra Monchi da Siviglia, dove si sta godendo la famiglia, ma anche a distanza ha chiuso l’ultimo colpo in uscita di questo mercato: Vainqueur ieri è volato in Turchia, firmerà oggi un triennale con l’Antalyaspor. Nelle casse di Trigoria 500 mila euro, quanto basta per non registrare una minusvalenza.
  • Il rinnovo di Manolas potrebbe arrivare a breve. La Roma, ai legge da Il Corriere dello Sport, proporrà presto al greco un nuovo contratto da 2,5 milioni di euro più bonus a stagione. Il centrale sembra propenso ad accettare l'offerta giallorossa. Il club inoltre sta pensando ad inserire nel contratto una clausola rescissoria non inferiore a 30 milioni di euro, con la possibilità di renderla utilizzabile soltanto all’estero.
  • Dall'infermeria arrivano buone notizie per Eusebio Di Francesco, che in un colpo potrebbe recuperare ben due terzini. Infatti, Bruno Peres è quasi guarito dalla lesione muscolare riportata dopo il match di Bergamo e da mercoledì potrebbe rientrare in gruppo. Discorso simile per Karsdorp che, come ricordato da Monchi, dovrebbe tornare ad allenarsi con i compagni questa settimana, riuscendo così almeno a strappare una convocazione per Genova. A ricordarlo La Gazzetta dello Sport.
  • La Roma è attesa ora da 7 partite nell'arco di tre settimane tra campionato e Champions League. Per tale motivo, Di Francesco ruoterà i suoi giocatori e, finalmente, potrebbe trovare maggiore spazio Lorenzo Pellegrini. Il centrocampista giallorosso, ricomprato dalla Roma quest'estate dal Sassuolo per 10 milioni di euro, ha giocato solo i 6' finali di Bergamo fino a questo momento. Tuttavia, come ricordato da Leggo, Pellegrini è "abituato" a sporadiche presenze nelle prime giornate. Due anni fa, infatti, fece la prima apparizione con il Sassuolo solo a novembre, mentre nella passata stagione iniziò a essere schierato con regolarità dal settimo turno. Un vero e proprio motore diesel.