Una cena svela i sogni proibiti di Petrachi: Bustos e Gravenberch

RASSEGNA STAMPA

(Il Corriere dello Sport - D'Ubaldo/Aliprandi) - Prima una passeggiata in una semi deserta via del Corso, poi la cena in un noto ristorante giapponese in una delle strade che sbucano su piazzale Flaminio. Lì Gianluca Petrachi e l'agente Alessandro Luci hanno parlato di affari, per programmare il mercato della Roma e gettare le basi di alcune trattative. La prima, quella che interessa particolarmente al diesse giallorosso, riguarda Lautaro Nahuel Bustos. L’attaccante ventunenne del Talleres è finito nel mirino della Roma da diverso tempo e potrebbe essere il candidato ideale per sostituire Kalinic (di rientro a fine stagione all’Atletico Madrid) nel ruolo di vice Dzeko. La conferma dell’interessamento è arrivata dallo stesso presidente del Talleres: «La Roma ha chiesto informazioni, così come alcuni club spagnoli (Siviglia e Valencia, ndr) e russi». Petrachi potrebbe prenderlo con dieci milioni, ma prima vuole capire se è possibile arrivare a Moise Kean sul quale sta lavorando Raiola per un prestito con obbligo di riscatto. Il diesse con Luci ha parlato anche di Ryan Gravenberch, giovane centrocampista dell'Ajax che la Roma monitora da tempo. I costi al momento sono proibitivi, circa venti milioni di euro, ma la promessa è di riparlarne: in caso di una cessione importante a centrocampo Petrachi potrebbe seriamente pensarci e sferrare l'assalto al ragazzo che non ha ancora trovato l'accordo con l'Ajax per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2021.