AUDIO - Quadarella: "Giusto il rinvio di Tokyo 2020, senza antidoping potevano esserci irregolarità"

ESCLUSIVE

Simona Quadarella, stella del nuoto Italiano e mondiale, è intervenuta in diretta ai microfoni di Retesport, nel programma condotto da Chiara Zucchelli, per parlare del rinvio dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, ufficializzato in queste ore.

Sul rinvio di Tokyo 2020

“Non mi sarei mai aspettata una cosa del genere, ma il rinvio era necessario per tutelare la salute di tutti gli atleti. Io sono giovane, un anno cambia poco, ma per atleti più grandi come Federica Pellegrini può essere un problema, purtroppo è una situazione che non poteva prevedere nessuno”.

Sui controlli antidoping

“La sospensione dei controlli antidoping poteva favorire alcune irregolarità, per questo è stato meglio rimandare le Olimpiadi. Il sito di riferimento funziona, io continuo ad aggiornarlo con tutte le mie attività e spostamenti”.

Sugli allenamenti e la quarantena

“La prima settimana sono restata a casa. Ora mi alleno con tutti gli accorgimenti del caso. Non è una vera e propria preparazione, due settimane fa ero più in forma. A casa passo il tempo guardando serie tv, leggo, mi alleno. Diciamo che riesco a far passare le giornate”.