Roma-Gruppo Friedkin, trattativa in fase avanzata: stadio di Tor di Valle ruolo importante

RASSEGNA STAMPA

Come riporta Il Tempo, Dan Friedkin è pronto a mettere per iscritto le proprie intenzioni, formulando una manifestazione formale d’interesse riguardo alla trattativa per entrare nel mondo giallorosso. Ancora non è stata completata la due diligence, ma il texano ha ben chiare le mosse. L’intenzione è di diventare azionista di maggioranze e sta impostando l’operazione direttamente negli Stati Uniti, una strada che permette una maggiore rapidità burocratica rispetto ad un ingresso nella Neep (controllata al 100% da AS Roma Spv Lllc), società con sede legale in Italia e detentrice dell’83,284% delle azioni della Roma. Il futuro stadio che sorgerà a Tor di Valle ha un ruolo più che importante nelle contrattazioni e la probabile opzione sulla maggioranza si attiverà quando arriverà l’ok definitivo del Campidoglio al progetto, le cui carte sono state visionate e gradite da Friedkin e i suoi uomini.