'Gladbach-Roma 2-1, le pagelle

PAGELLE

Una Roma stanca e sfortunata lascia i 3 punti al Borussia Monchengladbach.

 

PAU LOPEZ 6: Si concede il rischio di qualche giocata con i piedi e, in generale, infonde meno sicurezza del solito, ma non ha colpe particolari per i gol incassati.

SANTON 6: Non è una serata facile, ma riesce comunque a cavarsela, seppur con qualche affanno. E’ l’unico dei difensori a farsi apprezzare anche per la proposta offensiva

SMALLING 5,5: Lascia a Thuram lo spazio per il cross che porta al vantaggio del Borussia, ma è l’unica seria sbavatura della sua partita. Guida il reparto con la solita autorità anche se non sembra piazzato benissimo in occasione del secondo gol concesso ai tedeschi

FAZIO 4,5: Porta la Roma all’inferno mettendo il pallone alle spalle di Pau Lopez, ma dopo mezz’ora prende il forcone e infila la porta del Borussia. Trasmette, però, una costante sensazione di insicurezza, sia nella gestione del pallone che nel posizionamento. Lascia a Thuram lo spazio per buttare alle spalle di Pau Lopez il pallone che vale a partita

KOLAROV 5: Prova a nascondere la stanchezza, ma senza successo. Spesso in affanno, si fa apprezzare solo per la generosità, ma non riesce mai ad incidere, neppure sulle palle inattive

MANCINI 5,5: Più nervoso del solito, non trova mai il modo di garantire equilibrio alla squadra. Paga l’enorme mole di lavoro svolto nelle ultime settimane

Dal 60’ DIAWARA 6: Ricomincia da dove aveva finito, garantendo ordine e ritmo al secondo tempo della Roma, anche se non basta ad evitare la sconfitta

VERETOUT 6: Uno degli uomini più lucidi ed ordinati del match. Corre in orizzontale e in verticale, creando più di qualche potenziale pericolo. Perde l’unico duello della serata nello stacco di testa mancato in occasione del secondo gol del Borussia, ma il fisico non lo aiuta

ZANIOLO 5,5: Qualche lampo in una serata piuttosto anonima

Dal 76’ UNDER SV: Troppo poco tempo per riuscire ad incidere 

PASTORE 6: Confeziona i pericoli più seri per la porta di Sommer. Si accende ad intermittenza, calando alla distanza

Dall’80’ PEROTTI SV: Tirato nella mischia per dare qualità alla manovra offensiva si dedica quasi esclusivamente a battibeccare con gli avversari

KLUIVERT 6: Uno dei più freschi e reattivi. Prova più volte a sorprendere la linea difensiva in velocità, ma trova poche occasioni per calciare in porta. 

DZEKO 6: Si mette ancora una volta a completa disposizione dei compagni, amministrando e distribuendo la solita, considerevole, cifra di palloni sulla trequarti campo avversaria. Meno preciso nelle conclusioni, ma irreprensibile

FONSECA 6: Non ha molte carte a disposizione. Prepara la partita soprattutto mentalmente e sa ricaricare le pile alla squadra durante l'intervallo. A frenare la sua Roma, proprio come all’andata, sembra essere soprattutto la sfortuna

 

Marco Madeddu