Roma-Borussia, le pagelle: Florenzi fatale, Veretout essenziale. Zaniolo non sente le critiche

PAGELLE

Finisce 1-1 con un rigore inventato una partita in cui la Roma ha ritrovato un briciolo di coraggio sotto un diluvio incessante. La sfortuna è tanta, ma pesa su Florenzi il demerito di non aver chiuso la partita.

LOPEZ 6: Attento e preciso nei primi 20’, i più difficili.

SPINAZZOLA 6: Gioca a destra e prova a dare spinta, difetta nei cross e nelle scelte finali.

SMALLING 6,5: Dà sicurezza a tutto il reparto arretrato, rimbalza e chiude qua e là come una molla.

FAZIO 6: Buon tandem con Smalling, il gigante argentino disputa una gara coriacea e di sostanza.

KOLAROV 6: Più guardingo del solito, fa buona guardia sulla fascia sinistra.

MANCINI 6,5: Gioca nell’inedita posizione di mediano accanto a Veretout. Non brilla ma tampona bene, avendo il compito di far ripartire l’azione, schiacciandosi a mo’ di libero tra i due centrali difensivi. Antico.

VERETOUT 7: Dal suo calcio d’angolo arriva il gol di Zaniolo. Cerca sempre la giocata in verticale e si carica la squadra sulle spalle.

ZANIOLO 6,5: Svetta su tutti, sulle cattiverie e le malignità. Vola alto Nicolò, mostra orecchie e sorriso ed è giusto così stasera. C’è da capirlo, ha un diavolo per Capello. Dal 77’ ANTONUCCI SV.

PASTORE 6: Mette tutto ciò che ha e prova dare qualità in mezzo al campo, il pubblico capisce e applaude, ma la realtà è durissima. Dal 62’ PEROTTI 5,5: Le sue caratteristiche non si addicono al campo pesante. I suoi tentativi restano velleitari.

KLUIVERT 5,5: Un po’ arruffone e impreciso nelle scelte. Indecisioni di gioventù che vanno perdonate, aspettando la sua crescita. Dall’84 FLORENZI 4,5: si divora un gol clamoroso nel finale a tu per tu col portiere. Fatale.

DZEKO 6: Gioca in condizioni precarie, ma all’86’ illumina l’Olimpico con un filtrante alla Totti che Florenzi spreca.

 

Giorgio De Angelis