Roma-Real Madrid, ai giallorossi la Mabel Green Cup. Fonseca:"Siamo coraggiosi, ora un centrale rapido che sappia impostare"

PARTITE

La Roma batte 7-6 dopo i calci di rigore il Real Madrid e si aggiudica la Mabel Green Cup. Al termine della partita, l'allenatore giallorosso Paulo Foneca ha parlato in zona mista.

Oggi una buona prestazione. A che punto è la sua Roma?
"Sicuramente le cose devono ancora migliorare, però sono molto ottimista e sono molto contento della prestazione della squadra oggi. Abbiamo creato molte occasioni nel primo tempo. Sicuramente la cosa che mi ha convinto di più è stato il coraggio della squadra, il coraggio di essere se stessi anche di fronte al Real Madrid, di proporre il proprio gioco".

Un atteggiamento frustrato dopo i due gol di svantaggio. Poi sulla cresta dell’onda siete riusciti a recuperare e a mettere paura a delle stelle come quelle del Real Madrid.
"Io penso che stiamo creando una squadra che crede in sé, che ha fiducia in sé, che mostra coraggio e molto carattere. Per esempio questa sera nel primo tempo abbiamo creato almeno otto occasioni da gol e il Real la prima volta che è venuto sotto la nostra porta ci ha fatto gol. Nonostante ciò la squadra ha reagito bene, ha mostrato coraggio e questo vuol dire che stiamo lavorando bene sotto quell’aspetto".

Ancora una bella prova di Dzeko, un gol. Spera di trattenerlo?
"Dzeko è così fin dal primo momento in cui sono arrivato. Così l’ho conosciuto e così si dimostra, con grande impegno, con grande dedizione, con grande lavoro. Per il momento fa parte della rosa giallorossa e contiamo su di lui. Se non succede qualcosa di diverso per me è un giocatore della Roma".

Quali devono essere le caratteristiche del difensore centrale che cercate? Deve saper impostare o vuole un marcatore roccioso?
"Sicuramente è un giocatore con delle caratteristiche ben definite. Noi giochiamo con una squadra corta, che cerca sempre il pallone lontano dalla difesa. Deve essere sicuramente un giocatore di esperienza, un giocatore che non sia lento e che sappia giocare accorciando".

Quanto questa Roma è vicina alla sua idea di gioco?
"Sicuramente si comincia a vedere molto, si vede un’intenzione collettiva di questa squadra. Sicuramente c’è qualcosa da cambiare, però quello che vedo nei giocatori è una certa apertura nel voler cambiare e nel poter cambiare".

 

TABELLINO

A.S. Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi (61′ Spinazzola), Fazio, Jesus, Kolarov; Cristante, Pellegrini (61′ Diawara); Under, Zaniolo (74′ Antonucci), Perotti (66′ Kluivert); Dzeko (75′ Schick).
A disposizione: Fuzato, Mirante, Mancini, Santon, Defrel.
Allenatore: Paulo Fonseca.

Real Madrid C.F. (3-5-2): Courtois; Nacho (46′ Vinicius), Varane, Militao, Carvajal (60′ Odriozola), Casemiro (60′ Bale), Valverde ( 46′ Jovic), Marcelo; Hazard (71′ Isco), Benzema (60′ Kroos).
A disposizione: Navas, Fiudias, Vazquez.
Allenatore: Zinédine Zidane.

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna.
Assistente 1: Alessandro Giallatini di Roma.
Assistente 2: Stefano Del Giovane di Albano Laziale.
IV Uomo: Fabrizio Pasqua di Tivoli.

Marcatori: 16′ Marcelo (RM), 33′ Perotti (R), 36′ Casemiro (RM), 40′ Dzeko (R).
Ammoniti: -.
Espulsi: -.
Note: -.
Recupero: 2′ pt, 3′ st.