VIDEO - Perugia-Roma 1-3, Fonseca: "Meglio nel secondo tempo. Serve un altro difensore centrale"

PARTITE

La Roma ha battuto 3-1 il Perugia al Renato Curi, grazie al gol di Edin Dzeko e alla doppietta del nuovo acquisto Gianluca Mancini.

PAULO FONSECA IN CONFERENZA

Dove può esprimersi al meglio Zaniolo? Da trequartista o da esterno?
Zaniolo può ricoprire entrambi i ruoli. Oggi vista l’assenza di Pastore, che era previsto che giocasse non avevo alternativa e per non far giocare tutta la partita a Under abbiamo deciso di impegarlo come ala in una parte del secondo tempo perché Zaniolo può giocare sia da esterno sia da dieci.

Che cosa chiede agli esterni d’attacco? Perché ha visto le amichevoli così distanti dalla sua panchina?
Per quanto riguarda la seconda domanda è perché mi piace vedere le partite un po’ isolato specialmente a inizio stagione Fa parte del nostro modo di giocare avere ali a piede invertito, continueremo a giocare in questo modo con Zaniolo e Under a destra e Kluivert e Perotti a sinistra, riteniamo che giocare molto nelle linee interne e con i calciatori a piedi opposti ci porti dei vantaggi.

Come ha visto Edin Dzeko negli ultimi giorni?
Dzeko è qui con noi un nostro giocatore. Posso dire che ha lavorato molto bene e non ho visto alcun segnale che lo facesse vedere lontano da noi. E’ quello che non chiediamo solo a lui ma a tutti i nostri calciatori.

E’ soddisfatto del livello di preparazione della squadra? Che cosa manca per arrivare pronti al campionato?
Non sono ancora totalmente soddisfatto. Siamo all’inizio di un processo, ci sono delle cose che evidentemente stanno funzionando bene ma vanno perfezionate. Oggi si è visto un atteggiamento aggressivo della squadra, che nel primo tempo ha lavorato molto in fase di pressing, ma poi perdevamo facilmente palla. Nel secondo tempo era più in linea rispetto a quanto chiedo, una squadra che ha saputo gestire meglio il possesso palla e scegliere il ritmo di gioco. Dopo appena tre settimane c’è bisogno di cose su cui lavorare , ma ho visto un’apertura da parte loro e questo è molto positivo. Mancano tante cose ancora, una squadra è un processo che non termina mai. Ci sono tante cose da migliorare. Mi piacerebbe parlare tutta la sera di cose che dovremmo migliorare, mi limito a dire che quello che pretendo dalla mia squadra è sicuramente più vicino in termini offensivi a quello che abbiamo visto nel secondo tempo.

Con un difensore ed un centravanti la Roma è al completo?
In questo momento manca chiaramente un difensore centrale. In attacco abbiamo due attaccanti, Dzeko e Schick e la priorità va nel prendere un difensore centrale.

Lei ha dato a tutti i calciatori un ruolo molto chiaro. Dove Zaniolo lo ha convinto di più?
Rispondo come ho risposto prima, Zaniolo può fare entrambi i ruoli. Pensavo di schierare Pastore ma ieri ha avuto un problemino in allenamento abbiamo deciso di non rischiare. Può fare bene entrambi i ruoli, ma deve migliorare un po’ la ricerca degli spazi. E’ positivo che un giocatore possa ricoprire più ruoli sul terreno di gioco, ma a mio avviso può essere più un numero 10 che un’ala ma vedremo, queste partite servono a valutare tante cose.

 

MANCINI

Come hai visto il Perugia?
Ho visto un bel tifo come prima cosa, che non manca mai. Qui ho passato due anni bellissimi. La squadra l’ho vista bene, poi sono partite di pre-campionato e ognuno deve capire le cose che vogliono i mister però è stata una bella partita.

Un bilancio di questo inizio di stagione?
Abbiamo fatto qualche amichevole con squadre più basse mentre oggi l’intensità si è alzata. Il Perugia era la migliore da affrontare, abbiamo messo in campo le cose del mister, ma ancora siamo agli inizi. Bisogna capire in fretta quello che vuole e cercare di metterle nel migliore dei modi in campo.

Come ti stai trovando con Fonseca?
Col mister ci stiamo trovando tutti bene, si vede che è molto preparato. Rispetto agli anni passati sto in  una difesa a 4 invece che a 3 e cerco di migliorare il prima possibile.

Hai ricevuto anche gli applausi…
Queste cose fanno piacere perché ho passato due anni molto belli a Perugia e mi piace essere ricordato così. Li ringrazio.

Come lo hai visto?
Bene, siamo agli inizi e ogni squadra sta preparando i campionati cercando di capire che cosa chiedono gli allenatori. E’ stata una partita molto intensa.

Fonseca in cosa ricorda Gasperini?
Nell’intensità degli allenamenti si assomigliano molto. Poi nella gestione tattica sono differenti perchè mister Fonseca gioca con una difesa a 4, mister Gasperini a 3. Come intensità negli allenamenti e nella partita si assomigliano.

MANCINI A ROMA TV

Che sensazioni hai avuto? 
I gol per un difensore sono sempre buoni perché aiutano la squadra ma il nostro obiettivo è difendere come ci chiede il mister. Nell’amichevole di oggi si è alzata l’intensità, si è visto, è stata una buona partita, un buon test. Abbiamo messo in campo ciò che ci chiede il mister anche se non ancora al meglio perché dobbiamo fare molto. Vincere ci aiuta a fare meglio.

Il secondo è stato un gol “alla Mancini”… 
Quando c’è gente come Kolarov e Pellegrini che mettono questi cross bisogna torvare il tempo giusto per inserirsi. I gol fanno piacere ma voglio lavorare con il mister e cercare di capire le cose che mi dice velocemente per migliorare la fase difensiva.

Test importante soprattutto per la difesa… 
Le altre amichevoli erano state importanti, mettevamo in pratica ciò che chiedeva il mister in maniera più lenta. Oggi il ritmo si è alzato, l’intensità era più alta, faceva caldo, ma abbiamo fatto una buona partita. Sicuramente c’è tanto da migliorare.

C’era il dubbio sulla tua capacità di adattarti alla difesa a 4…
Quello sta a noi giocatori, capire ciò che ci chiede il misster. Ho passato due anni con la difesa a tre, qui siamo a quattro e cerco di capire ciò che ci chiede il mister per migliorarmi, sono giovane e ho tanta strada da fare. Da qui a fine carriera ho molto da imparare, sono contento di stare qua e farmi insegnare da mister Fonseca.

 

IL TABELLINO

PERUGIA (4-3-2-1): Vicario (61′ Leali); Rosi (C) (45′ Mazzocchi), Gyomber (45′ Rodin), Sgarbi (67’Capone), Di Chiara (61′ Nzita); Falzerano (61′ Ranocchia), Carraro (67′ Bianchimano), Dragomir (61′ Manconi); Buonaiuto (53′ Melchiorri), Fernandes (61’Kouan); Iemmello (67′ Falasco).
A disposizione: Ruggiero, Bianco, Konate, Settimi, Moscati, Ngawa.
Allenatrore: Massimo Oddo

AS ROMA (4-2-3-1): Mirante (45′ Pau Lopez); Florenzi (45′ Karsdorp), Mancini, Fazio (45′ Jesus), Spinazzola (45′ Kolarov); Diawara (45′ Cristante), Pellegrini (45′ Nzonzi); Under (67′ Zaniolo), Zaniolo (45′ Antonucci), Perotti (45′ Kluivert); Dzeko (45′ Schick).
A disposizione: Fuzato.
Allenatore: Paulo Fonseca.

Arbitro: Ermanno Feliciani della sezione di Teramo.
Assistente 1: Giuseppe Di Giacinto.
Assistente 2: Andrea Micaroni.

Marcatori: 8′ Dzeko, 21′ Mancini, 35′ Iemmello (P), 90′ Mancini.
Ammoniti: -.
Note: 1′ di recupero nel primo tempo e 3′ di recupero nel secondo tempo.