[PODCAST] - Andrea Purgatori: "Ho cenato con Petrachi, da lunedì sarà a Roma con Gasperini"

ESCLUSIVE

"Lunedì ero a cena con Petrachi: se non cambia qualcosa nel weekend, dalla prossima settimana sarà alla Roma insieme a Gasperini". A raccontare l'episodio, e a confermare quindi le tante indiscrezioni arrivate nelle ultime settimane, è il giornalista e scrittore Andrea Purgatori. Il conduttore della trasmissione 'Atlantide' su La7 è intervenuto ai microfoni di ReteSport: "Petrachi è euforico per questa avventura, convinto di poter fare bene, ma spero in cuor mio che non si trovi però costretto a fare gli stessi conti dei suoi predecessori con la società".

Nella #DeRossiWeek, Purgatori è entrato anche nella discussione sull'addio forzato di Daniele De Rossi: "Gasperini entrerà in uno spogliatoio senza memoria. De Rossi sarebbe stato la sponda ideale sul campo e fuori per l'allenatore. Guardando gli striscioni che i tifosi gli dedicano sotto casa sua mi viene una grande tristezza, abito lì vicino. L'idea che si siano segate le fondamenta di un palazzo è grave perché poi il palazzo viene giù. Daniele andava tenuto per ciò che rappresenta, è una persona di grande affabilità, andava tutelato. Il problema è stato anche della comunicazione attorno alla scelta, pessima, a pochi giorni da una gara comunque fondamentale per il futuro. Totti? Mi auguro che resti alla Roma, altrimenti sarebbe la certificazione di un fallimento. Il club perderebbe la sua anima. Ora dobbiamo fidarci di lui, è più intelligente di quanto lo dipingono. Se resta è perché anche lui sta giocando una partita e ovviamente io punto su di lui".