Retesport 24

RUBRICHE

I pensieri di giornata dei conduttori e degli opinionisti di Retesport: 

 

ZUCCHELLI: “Domenica c’è roma Juve. Fuori Trigoria non ci pensa nessuno, dentro?”

FERRAZZA: “Le parole di Pallotta sono contraddittorie, come sempre. Dove dovrebbero farsi sentire i tifosi se non attraverso le radio a cui augura la chiusura?”

CENTO:  "I tifosi della Roma dovrebbero essere chiamati a raccolta per pretendere una squadra forte, non per la Stadio"

CATALANI: "Ormai il solco tra questa società e i tifosi della Roma è troppo profondo"

CRISTOFORI: "Pallotta chiama i tifosi a protestare per lo stadio, ma dopo uno scippo allo Juventus Stadium lasciava che il solo Totti si prendesse un deferimento. È il presidente della Roma, ma non dei romanisti”

TRANI: "Wijnaldum, Lucas e Ziyech: quanto rammarico per le scelte errate della Roma sul mercato"

ANGELONI: “Allegri sarebbe il nome giusto se dovesse lasciare la Juventus”

FRANCI: "Dov'è l'indizio che la Roma possa cambiare registro in futuro? Non c'è"

MAIDA: "Occhio al Tottenham su El Shaarawy"

VALDISERRI: “Pallotta sta dando l’impressione di poco attaccamento”

INFASCELLI: “Se la Roma era pronta a presentare un progetto importante a Conte, non capisco perché con un altro allenatore dovrebbe cambiare il piano d’investimento”

MADEDDU: “Meglio una brutta verità che una splendida bugia. Questa Roma non è pronta a programmare una stagione da vertice. Si cercherà di  costruire una squadra capace di arrivare almeno al quarto posto. E qui sta il rifiuto di Conte”

CERVONE: “Con questa società è impossibile sognare in grande”

ZAMPA: "Bisogna scegliere un allenatore in cui si crede e supportarlo davvero, con i fatti"

ASPRI: "La Roma non ha ancora abbandonato l'idea di prendere un grande allenatore"

DE ANGELIS: “Mi auguro che dopo tanta confusione la Roma riesca a tracciare una rotta definitiva”

BIOTTI: “Si parla di giocatori che la Roma sta seguendo per la prossima stagione, ma chi sta operando? Un ds pro tempore che non conosce il nome del prossimo allenatore? Non si rischia di replicare gli errori dello scorso anno”

CECCHINI: “A Roma è difficile poter costruire un profilo di un allenatore fatto in casa, perché nessuno può godere di una stima infinita”