Nainggolan simbolo di fedeltà

TIFOSI

Il Tempo (E.Menghi) – Non importa chi bussi alla porta, Conte, Allegri o Mourinho, Nainggolan non apre a nessuno. Sarà perché in un mondo in cui ci sposta di continuo seguendo l’odore dei soldi o magari il profumo del successo, il più ribelle è chi non se ne va. Chi resta fedele. Chi la valigia la usa solo per andare in vacanza, ma abbronzato torna al punto di partenza. Ed è felice di farlo. Sarà che la Roma è casa sua e, anche se dice di non sentirsi romano, ma un po’ italiano sì, sembra nato una via dietro Totti da genitori di sangue indonesiano. Qualunque sia il motivo che lo ha fatto innamorare di questa città e di questa squadra è forte abbastanza da fargli rifiutare offerte irrinunciabili. Il Manchester United, su precisa richiesta dello Special One, ha fatto arrivare al Ninja una maxi proposta da 7,5 milioni di euro netti a stagione. E lui? «No, grazie», ha risposto in forma privata, mentre quando si trovava in ritiro con la Nazionale belga si era tenuto sul vago: «United? Forse è vero, forse no. Ora voglio godermi le vacanze, poi vedremo cosa succederà».